Agenda Digitale
Agenda Digitale dell'Emilia-Romagna

Seguici su

Skip to content. | Skip to navigation

Sezioni

Il progetto adlER

L’Agenda Digitale Locale  (adlER) è uno strumento politico-programmatico che ha l’obiettivo di accompagnare il territorio ad essere 100% digitale, ossia un territorio in cui le persone vivono, studiano, si divertono e lavorano utilizzando le tecnologie, Internet ed il digitale in genere senza che questo risulti una eccezionalità; un territorio con “zero differenze” tra luoghi, persone, imprese e città al fine di garantire a tutti un ecosistema digitale adeguato.

L’Agenda Digitale Locale ha come modello di riferimento l’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna, che a sua volta discende dall’Agenda Digitale Europea e che da questa ha declinato gli ambiti prioritari di intervento e i conseguenti obiettivi.

adlER viene proposta alle Unioni di Comuni, con particolare attenzione ai territori e alle comunità della montagna, aree più isolate e quindi meno favorite rispetto ad altri luoghi della regione. Si tratta di zone in cui le tecnologie e la Rete possono essere d’aiuto a fronte di un progressivo spopolamento e invecchiamento della cittadinanza. Nell’ambito delle attività dell’Agenda Digitale sono a tal fine coinvolte le comunità locali con un intervento strutturato di assistenza all’adozione e utilizzo delle tecnologie in tutti i contesti socio-economici.

Coerentemente con gli obiettivi dell'Agenda Digitale dell'Emilia Romagna, adlER intende:

  • favorire il concretizzarsi sul territorio delle strategie regionali per lo sviluppo telematico, delle ICT e dell'e-government
  • favorire il soddisfacimento dei diritti digitali con “zero differenze” tra luoghi, persone, imprese e città al fine di garantire a tutti un ecosistema digitale adeguato
  • creare, in maniera estesa e diffusa, un ambiente favorevole all’innovazione coinvolgendo tutti gli attori sociali del territorio: imprese, scuola, pubblica amministrazione, università, ricerca, associazionismo
  • fare in modo che la Pubblica Amministrazione locale possa utilizzare il digitale per integrare, ottimizzare e velocizzare le sue procedure e riconquistare la fiducia di cittadini e imprese, garantendo omogeneità di servizi e di opportunità e condividendo servizi smart e interoperabili. In questa accezione, per la PA, il digitale diventa uno dei fattori della attrattività territoriale
  • dare concretezza sul territorio al  “patto per l’innovazione” dell’ADER, che vuole trovare come parti attive la Pubblica Amministrazione, le imprese e il terzo settore e che ha come obiettivo finale di alto livello rendere “esigibili” e quindi pienamente soddisfatti i diritti di cittadinanza digitale
  • perseguire gli intenti delle azioni incluse in ADER volte a garantire una omogeneità di intervento sul territorio.

La definizione dell’Agenda Digitale Locale passa da un percorso partecipato nel quale gli obiettivi strategici di sviluppo della società dell’informazione vengono costruiti insieme ai principali stakeholder,  in coerenza con il ruolo che l’Agenda Digitale Emilia-Romagna riconosce alle comunità locali, quali importanti attori d’innovazione sociale in grado di co-costruire e amplificare le politiche legate al digitale. La produzione di conoscenza sulle comunità è un processo che ADER (e quindi AdlER) intende sia continuo e volto a ‘setacciare’ il territorio alla ricerca di quelle miniere interattive con e sulle quali co-progettare una regione full digital.

Non hai trovato quello che cerchi ?