martedì 30.05.2017
caricamento meteo
Sections

Comunità


Cosa fa la Regione

 

Riconoscere ed attivare una comunità in grado di co-costruire e amplificare le politiche dell’Emilia-Romagna “full digital” si traduce in in quattro priorità:

  • co-progettazione pubblico-privata allo sviluppo dei progetti e al raggiungimento degli obiettivi operativi;
  • forme strutturate e consolidate di cooperazione e dialogo con le Comunità attive in regione sui temi del digitale (innovatori dell’Emilia-Romagna, Digital Champions, Spaghetti Open Data, ecc…);
  • nuove forme di approvvigionamento di beni e servizi, come ad esempio gli appalti pre-commerciali (pre commercial procurement) e il dialogo competitivo.

L’idea è che siano le comunità a essere a) fondate sulle pratiche reali a b) inter-dipendenti tra loro e che c) co-costruiscano la comunità regionale, una comunità plurale cui appartenere sulla base delle proprie competenze abilitate dal digitale-per-tutti.

Affinché le comunità di pratica possano contribuire alla creazione della comunità digitale, devono essere (ri)conosciute mappandone ubicazione, partecipanti, ruoli, ecc… Il percorso che è stato avviato (applicando un modello autentico e specifico di facilitazione - leanER) ha consentito di produrre apprendimento sulle politiche in modo completamente inter-dipendente, disincentivando i comportamenti opportunistici e favorendo l’emersione di strutture più o meno formali ma comunque caratterizzate dall’avere una voce.

Solo mescolandosi e trovando i punti di contatto è possibile che le comunità acquistino senso della visione di insieme (big picture) della regione digitale. Elemento strategico saranno i 10 laboratori aperti previsti nelle aree urbane delle dieci principali città integrati alla rete della nuova manifattura (MakER) e alla Rete della Ricerca dell’Emilia-Romagna: luoghi fisici in cui far ricadere l’investimento strutturandoli come punti di contatto ‘di prossimità’ e centri di competenza distribuita. Il completamento del disegno strategico implica il ripensamento dell’intera strategia ADER, una volta a regime, come laboratorio permanente in grado di superare la sola fase ideativa delle strategie e delle priorità.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/06/2016 — ultima modifica 08/06/2016

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali