martedì 30.05.2017
caricamento meteo
Sections

Datacenter, le prime Unioni “traslocano”

Le Unioni Comunali Terre di Pianura, Nuovo Circondario Imolese, Terre di Mezzo, Delta del Po e a breve anche Valsamoggia traslocheranno i loro server sui Datacenter regionali

Hanno scelto di trasferire in toto i loro dati e le loro applicazioni sul Datacenter di Lepida le Unioni Comunali Terre di Pianura, Nuovo Circondario Imolese, Terre di Mezzo, Delta del Po e a breve anche Valsamoggia, dismettendo progressivamente i loro server, oppure lasciando il precedente fornitore di servizi di Datacenter. Dopo l’analisi tecnico-economica condotta per valutare la convenienza del “trasloco”, queste prime Unioni hanno scelto di affidare le loro applicazioni a Lepida. Una volta analizzate tutte le componenti di costo, anche quelle meno evidenti, la convenienza si è mostrata palese. Si è riscontrato, conti alla mano, un risparmio fino al 50%. Tale risultato è stato possibile grazie al perfezionamento dei modelli utilizzati nei Datacenter regionali: il finanziamento di Regione Emilia-Romagna per realizzare l’infrastrutturazione, la messa a disposizione gratuita degli spazi da parte di alcuni Comuni del territorio, la disponibilità gratuita della Rete Lepida con caratteristiche tecniche scalabili e disponibilità di tutta la banda che serve per ogni configurazione possibile richiesta dagli Enti, una strategia di acquisizione di hardware e software scalabile che consente di effettuare acquisizioni granulari sulla base delle richieste di servizi degli Enti Soci senza esposizioni finanziarie e con capacità di incrementare le risorse lasciando al fornitore l’onere di eventuali upgrade architetturali. Per gli enti il risparmio medio per server trasferito è di circa 1.440 euro all’anno (pari al 38% dell’attuale costo di gestione del server). Per il sistema regionale, con un trasferimento del 90% dei potenziali server, il risparmio netto arriverebbe, in dieci anni, a oltre quattro milioni di euro (per maggiori informazioni sui risparmi leggi l’articolo “Risparmi per il sistema regionale nella gestione della rete Lepida e sostenibilità dei Datacenter”).
Motivi della scelta verso i Datacenter Regionali sono sia il risparmio che la disponibilità di tecnologie di primaria rilevanza prodotte dai principali player di mercato, oltre a una pianificazione strategica di servizi futuri sulla base delle richieste di sei Soci. Un esempio in questa direzione è il servizio di firewalling, sul quale sono terminate le procedure di acquisizione ed entro maggio potranno essere attivati i primi servizi.


Fonte: Lepida spa, Newsletter Newsletter 89 (marzo 2016)

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/04/2016 — ultima modifica 08/04/2016
< archiviato sotto: , >

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali