lunedì 29.05.2017
caricamento meteo
Sections

ADER, i risultati della Costituente Digitale

Terminato il percorso di Costituente Digitale per la definizione dell’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna (ADER). Ecco i risultati.

Giunta al termine l'ultima programmazione, è in via di approvazione l’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna 2015-2019 (ADER), la cui definizione è stata preceduta da una fase nominata Costituente Digitale che ha previsto la consultazione ed il confronto con vari stakeholder territoriali.

La Costituente Digitale. Un percorso che ha tenuto conto di contributi, considerazioni, suggestioni e suggerimenti raccolti nell’ambito di 4 workshop tematici (Manifattura 2.0, Innovazione, Salute, Scuola), a cui hanno partecipato 164 esperti, 9 workshop territoriali svolti nelle città di Parma (Crescita digitale), Reggio-Emilia (Open e big data), Modena (Smart Community), Unione Reno-Galliera e Ferrara (Agende Digitali Locali), Ravenna (Turismo), Rimini (Competenze). Tutti incontri aperti a cittadinanza e stakeholder locali.

I quattro assi di ADER. La passata programmazione (Piano Telematico 2011-2014) in ambito digitale aveva identificato e riconosciuto nuovi "diritti digitali”: diritto di accesso alle reti tecnologiche, diritto all’informazione e alla conoscenza, diritto ai servizi alla persona e alle imprese e diritto di accesso ai dati; l’ADER traduce un concetto complesso come i diritti digitali in concreti assi di intervento (infrastrutture, dati e servizi, competenze e comunità)  i quali sono declinati ortogonalmente in temi (scuola, sanità e sociale, attività produttive, energia ed ambiente, trasporti, turismo e cultura, agricoltura). L’incrocio tra gli assi di intervento e le tematiche determinano le chiavi di lettura di ADER: Smart City Network (la rete delle smart city regionali), e Crescita Digitale (le priorità regionali in ambito digitale puntando su: banda larga, digitalizzazione della PA, e-government, utilizzo di Internet, e-commerce).

I contributi della Costituente Digitale. Dai workshop tematici e territoriali effettuati con cittadini e stakeholder sono emersi molti contributi. Si riportano alcune suggestioni seguendo gli assi di intervento di ADER (infrastrutture, dati e servizi, competenze e comunità).

Asse 1 - Infrastrutture:

  • accesso alla risorsa internet per cittadini in particolare imprenditori;
  • accesso per diverse categorie di divide differenti (geografico, demografico, culturale);
  • interoperabilità tra i sistemi, uso di standard;
  • infrastrutture per lo sviluppo di una rete di sensori IOT (Internet of Things);
  • accesso in mobilità;
  • infrastrutture come reti di persone di competenze, “luoghi" di aggregazione e condivisione di esperienze.

Asse 2 - Dati e servizi:

  • disponibilità dei dati aperti (per privati e PA) e di “capacità di utilizzo”;
  • interoperabilità, integrazione e sistematizzazione dei dati;
  • sistema di servizi riprogettato a partire dal cittadino;
  • piattaforme comuni;
  • digital manufacturing come servizio;

Asse 3 - Competenze:

  • assessment delle “nuove competenze” e dei relativi percorsi formativi (sistema di badge);
  • estendere lo spettro della formazione continua ad ambiti che non ne fanno parte;
  • apprendimento intergenerazionale: generazioni come sistemi interconnessi di saperi;
  • sistema policentrico;
  • certificare skills informali;
  • focus di genere;
  • imparare dalle best practice;

Asse 4 - Comunità:

  • infrastrutture come reti di persone e di competenze;
  • “Luoghi” di aggregazione e condivisione di esperienze e innovazione collaborativa;
  • individuare i portatori di interesse;
  • necessità di un punto di riferimento unico per l’innovazione digitale;
  • luogo virtuale per aggregare le diverse comunità di pratica regionali;
  • fare sistema tra PA e comunità definendo i ruoli e le interdipendenze (regole di ingaggio);
  • sistemi per l’integrazione e la crescita della conoscenza condivisa;

 

Per approfondire:

“Una comunità digitale regionale - Un mese di codesign dell’Agenda Digitale in Emilia-Romagna”

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/01/2016 — ultima modifica 01/02/2016

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali