Piano Voucher: informazioni per gli operatori

Il Piano Voucher

Su stimolo delle Regioni e delle Pubbliche Amministrazioni in generale italiane, il Ministero dello Sviluppo Economico ha affidato ad Infratel Italia le risorse di cui alla Delibera 65/2016 e 71/2017, per avviare la realizzazione e l’attivazione, a livello nazionale, del cosiddetto Piano Voucher.

Il Piano voucher prevede l’erogazione di contributi per l’accesso ai servizi di connettività e alle tecnologie per la loro fruizione, in favore di due tipologie di destinatari: famiglie (cittadini) e Piccole e Medie Imprese, anche a seguito delle necessità generate dalla pandemia da Covid-19. Il Piano si realizza in due fasi, ognuna delle quali rivolte alle specifiche tipologie di destinatari.

Il Piano nazionale ha un valore complessivo di 1 miliardo e 150 milioni di euro.

La fase 1, attualmente in corso, prevede l’erogazione di voucher destinati alle famiglie con ISEE inferiore ai 20.000 euro. Queste possono beneficiare di un contributo pari a 500 euro per accedere ai servizi di connettività ed, eventualmente, ottenere un personal computer o un tablet in comodato d’uso,  stipulando un contratto di connettività con gli operatori di telecomunicazioni, attraverso i loro consueti canali di vendita.

La fase 2, che sarà attivata a seguire, dopo il via libera della Commissione Europea, sarà rivolta alle famiglie con reddito ISEE non superiore a 50.000 euro, che potranno beneficiare di un contributo per l’accesso di servizi di connettività

Sempre nella fase 2, ulteriori contributi per l’accesso a servizi di connettività saranno destinati alle imprese.

Il Piano in Regione Emilia-Romagna

Per l’Emilia-Romagna nella fase 1 sono disponibili circa 8.600 voucher. Inizialmente, la disponibilità dei voucher è stata dedicata alle sole famiglie residenti nei Comuni montani della regione, per concentrare questa misura di sostegno a favore di aree territoriali che si trovano in condizioni di maggiore difficoltà, per quanto riguarda la connettività internet, rispetto ad altre. Questo per ottenere il doppio risultato di sostenere le famiglie delle aree più soggette a divario digitale e spingere gli operatori di telecomunicazione ad incrementare l’offerta di connettività nelle stesse aree.

Dal 19 marzo 2021 la possibilità di accedere ai voucher della fase 1 è stata estesa alle famiglie residenti in tutti gli altri Comuni del territorio regionale.

Tramite Lepida ScpA è stato comunicato a tutti gli operatori locali dell’Emilia-Romagna l’opportunità di aderire, accreditandosi al Piano Voucher Fase 1.

Ulteriori informazioni

A questo link sono pubblicate le informazioni dettagliate per i cittadini e le imprese.

Sui portale www.infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it sono pubblicate tutte le informazioni e i chiarimenti di dettaglio relativi all’attuazione del piano. 

Informazioni per gli operatori

>> Fase 1

Beneficiari

La fase 1 del piano voucher è dedicata alle famiglie con ISEE inferiore a euro 20.000. 

Il voucher

Attivando una nuova utenza di rete fissa della durata minima di un anno, i beneficiari possono fruire di un voucher di 500 euro che dà diritto a: 

  • uno sconto sul canone di abbonamento a servizi di connettività Internet a banda ultralarga; 
  • uno sconto per la fornitura in comodato d’uso di un personal computer o tablet (tale misura resta accessibile solo ed esclusivamente attivando una nuova utenza di rete fissa).

La ripartizione del voucher

Gli operatori possono destinare:

  • una somma compresa tra 200 e 400 euro per i servizi di connettività;
  • una somma compresa tra i 100 e i 300 per la fornitura di computer o tablet.

Caratteristiche del servizio e della fornitura delle tecnologie

L’operatore è tenuto a fornire un servizio di connettività che rispetti requisiti minimi, fissati dal Piano Voucher nazionale, che sono:

  • Download: almeno 30 Mbit/s, con banda minima garantita pari ad almeno 15 Mbit/s
  • Upload: almeno 15 Mbit/s, con banda minima garantita pari ad almeno 7,5 Mbit/s.

I servizi di connettività possono essere offerti da tutti gli operatori che forniscono servizi internet su reti a banda larga ad almeno 30 Mbit/s in download, quindi anche con connessioni wireless, come FWA (nel rispetto del principio di neutralità tecnologica).

L’operatore è tenuto a fornire un pc o un tablet in comodato d’uso, che diventeranno di proprietà delle famiglie trascorsi 12 mesi dall’attivazione del contratto. I device forniti dall’operatore devono rispettare determinati requisiti minimi fissati dal Piano Voucher nazionale.

Gli operatori ammessi

L’iniziativa è aperta a tutti gli operatori che forniscono servizi Internet su reti a banda ultralarga ad almeno 30 Mbit/s in download. Gli operatori devono disporre dei titoli necessari per l’erogazione dei servizi di comunicazione e non versare in nessuna delle situazioni di cui all’art. 80 del d.lgs. n. 50/2016. Per accedere all’iniziativa, gli operatori devono registrarsi online.

La registrazione online

La registrazione è possibile sul portale www.infratelitalia.it, compilando un apposito modulo e allegando tutta la documentazione di riferimento richiesta. La richiesta di registrazione viene valutata da Infratel Italia e, nel caso di esito positivo, si conclude con la stipula di una convenzione. 

L’attivazione del voucher

Sul portale www.infratelitalia.it, sono disponibili informazioni aggiornate quotidianamente sulle risorse disponibili nei singoli territori regionali per l’attivazione dei voucher.  Verificando le disponibilità, gli operatori possono fare richiesta di attivazione dei voucher per il potenziale beneficiario, inserendo tutte le informazioni richieste nel Manuale per gli operatori. Al termine della procedura il voucher viene registrato come “prenotato” e deve essere attivato, fornendo il servizio di connettività, e consegnando eventualmente il personal computer o il tablet, entro 90 giorni.

Il riscatto dei voucher

L’ammontare totale dei contributi erogati per ciascun beneficiario viene liquidato in rate mensili di pari importo, per tutta la durata del contratto finanziato, al netto di una trattenuta del 5%, a garanzia del corretto svolgimento delle attività di erogazione dei voucher. Tale trattenuta viene versata all’operatore alla scadenza dell’offerta.

L’aggiornamento dei dati

Gli operatori sono tenuti a:

  • inviare quotidianamente a Infratel Italia le movimentazioni relative ai voucher (prenotazioni, disdette di prenotazioni, attivazioni e cessazioni) avvenute durante la giornata;
  • aggiornare tempestivamente il catalogo delle offerte commerciali abbinate ai voucher.

Verifiche e controlli

Infratel Italia effettua verifiche a campione della sussistenza dei requisiti necessari per attivare i voucher, nonché della veridicità e correttezza delle offerte commerciali degli operatore. I controlli a campione vengono effettuati sulle attivazioni di ogni mese, per ogni operatore . Dopo l’attivazione dei servizi, sulla base di eventuali segnalazioni dei beneficiari tramite un apposito canale digitale, Infratel effettua ulteriori controlli, per verificare eventuali disservizi o scostamenti tra la qualità garantita nell’offerta commerciale sottoscritta rispetto quella effettivamente erogata.

Informazioni di dettaglio, documentazione tecnica e chiarimenti

Tutte le informazioni di dettaglio sono disponibili sui portali www.infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it, nel quale è disponibile anche la documentazione tecnica.
Per ulteriori chiarimenti gli operatori possono fare riferimento ai seguenti canali:

  • numero verde 800-938890;
  • indirizzo e-mail: voucher@infratelitalia.it.

>> Fase 2

Le informazioni specifiche per la Fase 2 del Piano saranno disponibili a valle dell’avvenuta attivazione della stessa.

Ulteriori informazioni per gli operatori

Sui portale www.infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it sono pubblicate tutte le informazioni e i chiarimenti di dettaglio relativi all’attuazione del piano. Tra queste:

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/03/25 13:32:24 GMT+2 ultima modifica 2021-03-25T13:32:24+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina