Fascicolo Sanitario Elettronico: più facile il rilascio in Emilia-Romagna

Dal 23 marzo l’identità digitale SPID-LepidaID, necessaria per l’accesso allo strumento, può essere rilasciata anche a distanza

In tempi di emergenza Covid-19, si fanno progressivamente più semplici le condizioni per dotarsi del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Lo strumento,  attivo da alcuni anni e a fine 2019 già rilasciato a circa 800.000 cittadini dell’Emilia-Romagna, permette di fruire di svariati servizi sanitari, assistenziali e di natura sociale. E in un momento assolutamente particolare come quello che stiamo vivendo, il suo utilizzo può essere di fondamentale importanza per ridurre al minimo gli spostamenti fisici, specie presso le strutture del sistema sanitario che necessitano di essere sovraccaricate il meno possibile, facendo fronte ai numerosi imprevisti e cambi di programma che inevitabilmente stanno caratterizzando il nostro vissuto.

FSE: SERVIZI E PRESTAZIONI EROGATE

Tra le altre cose, l’accesso al FSE permette di prenotare, spostare o annullare visite ed esami, consultare i risultati degli stessi e conseguenti ad altre prestazioni di cura e assistenza (raccogliendo e aggiornando nel tempo l’intera documentazione sanitaria personale), chiedere prescrizioni farmacologiche, e presentarsi in farmacia per il ritiro dei medicinali senza la necessità di stampare documenti cartacei, pagare per le prestazioni sanitarie ottenute e fare domanda per il cambio del medico curante. Usandolo è possibile anche autocertificare la propria fascia di reddito e il possesso di altre determinate condizioni, di modo da chiedere svariate tipologie di esenzioni, e visualizzare il credito disponibile del proprio buono celiachia e della spesa effettuata, con la possibilità di modificare il proprio Pin. Infine, cosa particolarmente importante in questo periodo, tramite lo strumento si può esercitare la delega per accedere alle informazioni sanitarie necessarie riguardanti i propri parenti anziani, o minori.

Servizi che chi già dispone delle credenziali di accesso allo strumento può già fruire in modalità digitale, senza la necessità di spostarsi da casa per mezzo di poche e semplici operazioni. E che in un’ottica di risposta il più possibile immediata ed efficace all’emergenza, saranno messi a disposizione del maggior numero possibile di cittadine e cittadini che non hanno ancora attivato lo strumento, facendo leva su modalità semplificate per il rilascio delle credenziali.

SPID-LEPIDAID: L’IDENTITÀ DIGITALE SI OTTIENE A DISTANZA

La principale novità in tal senso riguarda la possibilità, a partire dal 23 marzo, di ottenere l'identità digitale SPID-LepidaID, necessaria per accedere al FSE, senza la necessità, finora obbligatoria, di recarsi fisicamente a uno sportello autorizzato per la procedura di identificazione a vista. Tale passaggio verrà d’ora in avanti effettuato tramite  strumenti di registrazione audio/video, nel pieno rispetto della normativa di riferimento e con soluzioni immediate e facili da usare. 

Le persone che faranno richiesta delle credenziali a Lepida ScpA riceveranno le istruzioni per realizzare la registrazione online, caricando le riproduzioni digitali dei documenti necessari (carta di identità e tessera sanitario), validando i propri numeri di telefono ed indirizzo email, e infine effettuando il riconoscimento visivo via webcam, tramite una specifica sessione audio/video con un operatore di Lepida ScpA.

"In questo momento in cui è necessario che i cittadini evitino gli spostamenti non indispensabili - ha dichiarato l'Assessore regionale alla Scuola, Università, Ricerca e Agenda Digitale Paola Salomoni - è importante fornire l'identità digitale SPID direttamente online, consentendo il riconoscimento attraverso webcam".

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/30 18:20:00 GMT+2 ultima modifica 2020-03-30T19:09:37+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina