Agende Digitali Locali.

Le sette aree tematiche dell'Agenda Digitale dell'Unione dei Comuni della Bassa Reggiana

Seconda intervista al Direttore Elena Gamberini e al Sindaco di Boretto con delega al Digitale Matteo Benassi, dedicata ai principali assi di intervento della policy territoriale in materia di sviluppo digitale e promozione dell'innovazione

Devi accettare i cookie di youtube per vedere questo contenuto.

Per favore abilitali oppure gestisci le tue preferenze

La prima Agenda digitale è stata sottoscritta nel 2015. La nuova  Agenda 2020-2024 ha preso le premesse della precedente e con la nuova giunta dei Sindaci ha cercato di creare un percorso partecipativo coinvolgendo gli stakeholder locali, cittadini, imprese e liberi professionisti, e con il coordinamento dei facilitatori digitali, sono state individuate 7 aree tematiche su cui lavorare:

  1.  infrastrutture
  2. servizi digitali 
  3. dati
  4. sicurezza e fruizione del territorio
  5. partecipazione e comunicazione digitale
  6. conoscenza
  7. transizione digitale.

Per ognuna di queste aree si è cercato di individuare obiettivi di trasformazione digitale che rispettassero le peculiarità intrinseche del territorio (turismo, sicurezza, servizi all'infanzia, ecc).

Il core della progettualità dell’Agenda  2020-2024 è quella di facilitare l'accesso ai servizi per tutti i cittadini, mettendo a loro disposizione, dove necessario, percorsi di alfabetizzazione digitale e la massima collaborazione degli sportelli comunali.

Nell’attuale Agenda si è continuato a lavorare su tematiche già aperte dalla precedente, nonostante la situazione di emergenza dovuta alla pandemia dello scorso anno ne abbia rallentato la realizzazione. Le istanze dei cittadini sono totalmente digitalizzate e presentano una modalità di accesso trasversale a tutti i Comuni.

Caratteristica peculiare della nuova Agenda è il connubio WELFARE-DIGITALE: grazie alla collaborazione tra le Comunità Tematiche Regionali, l’Azienda Sanitaria Locale e altri distretti della Provincia di Reggio Emilia, si sta valutando l’adesione ad un bando sulla teleassistenza/Telemedicina. Il progetto potrebbe diventare un servizio aggiuntivo su di un target specifico di utenti (anziani con specifiche patologie non gravi che abitano da soli). Solo grazie alle competenze congiunte di chi si occupa di informatica digitale e di tutti gli operatori socio sanitari, il progetto potrebbe diventare una realtà che caratterizza il territorio dell’Unione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/01/20 09:33:56 GMT+1 ultima modifica 2022-01-20T09:33:56+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina