La struttura organizzativa e la governance delle Comunità Tematiche

La Regione Emilia-Romagna ha adottato modelli e strumenti di governance interistituzionale concepiti per consentire a tutti gli Enti emiliano-romagnoli di disporre dei medesimi vantaggi e opportunità di sviluppo digitale: la Community Network Emilia-Romagna (CNER), istituita ai sensi dell’art. 6 della Legge Regionale 11/2004, così come l’Agenda digitale dell'Emilia-Romagna (ADER) approvata dall’Assemblea Legislativa il 26 febbraio 2016. Con l'approvazione dell’Agenda Digitale, la Regione e gli Enti dell’Emilia-Romagna si sono dati la scadenza dell’anno 2025 per l’obiettivo di una regione 100% digitale, in cui le persone vivono, studiano, si divertono e lavorano utilizzando le tecnologie, Internet ed il digitale in genere senza che questo risulti una eccezionalità. Una regione con ‘zero differenze’ ​tra luoghi, persone, imprese e città al fine di garantire a tutti un ecosistema digitale adeguato. Dopo le decisioni assunte nel 2016 dall'Assemblea Legislativa e dal Comitato Permanente di Indirizzo e Coordinamento degli Enti locali, si è avviata la fase attuativa dell'Agenda Digitale e con essa una rinnovata fase di lavoro delle Comunità Tematiche (COMTem), la cui gestione operativa è affidata a LepidaSpA.

Il nuovo Sistema delle Comunità Tematiche è lo strumento messo a disposizione di tutta la Pubblica Amministrazione locale dell’Emilia-Romagna affinché l’attuazione del passaggio al digitale sia un processo che si avvale della collaborazione di tutti e ove “nessuno rimanga escluso o indietro”.


Le Comunità Tematiche come strumento strategico dell'Agenda Digitale 

Le COMtem si suddividono in:

  • Comunità Tematiche specifiche:​ luogo di condivisione e di arricchimento delle specifiche progettualità (o relativi tematismi) della Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna (ADER);
  • Comunità Tematiche trasversali:​ luogo di condivisione e confronto (coordinamento) di tematiche e indirizzi generali (nazionali, regionali e locali), quindi di natura “trasversale”.

Schema Governance - da Coord. ADER aprile 2019.png

Le Comunità Tematiche sono il luogo in cui si realizza la partecipazione attiva degli Enti in modo che pensare e fare insieme grazie alla conoscenze, esperienza, competenza di tutti realizzi la crescita digitale di tutto il nostro territorio attraverso:

  • l’infrastrutturazione di rete a banda ultralarga, che è fattore fondamentale di sviluppo del territorio, nella sua dimensione sociale e economico-produttiva;
  • la razionalizzazione dei servizi (erogazione e fruizione) e della spesa e la maggiore sicurezza attraverso la migrazione al cloud, che portano risparmi e servizi più efficienti nei nostri Enti;
  • l’integrazione digitale delle nostre amministrazioni, capaci di pensare e operare in digitale, capaci di mettersi realmente in relazione con i cittadini digitali di oggi e di domani, offrendo servizi e contenuti digitali a misura di cittadino e impresa;
  • l’apertura dei dati che, da patrimonio dell’Ente diventano risorsa a disposizione del territorio, fonte di informazione e relazione diretta con una PA trasparente e potenziale volano per lo sviluppo di un tessuto imprenditoriale e sociale che dall’utilizzo di quei dati può costruire;
  • lo sviluppo delle competenze digitali per la rinnovata PA digitali, dalle quali dipende il successo del modello strategico e della trasformazione digitale delle amministrazioni;
  • il confronto e allineamento sulla dimensione strategica della crescita del nostro territorio.


Essere presenti e partecipi in Comunità Tematica significa essere parte informata, attiva e protagonista della trasformazione digitale in atto a livello europeo così come nei nostri Enti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/04/16 14:52:00 GMT+1 ultima modifica 2020-05-27T15:27:36+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina