Accordo tra Lepida e il Milan Internet Exchange: potenziati i servizi in banda ultralarga a Bologna e in Emilia-Romagna

Potendo contare su un punto di interscambio naturale, gli operatori di telecomunicazioni saranno in grado di offrire servizi di connettività più efficienti e performanti ai cittadini e alle imprese

Mettere a disposizione degli operatori di telecomunicazione luoghi idonei e servizi neutrali che facilitino i loro investimenti, e di conseguenza l’offerta rivolta a cittadini e imprese dell’Emilia-Romagna. È questo uno degli obiettivi principali che si è posta la Regione Emilia-Romagna formalizzando un accordo tra Lepida ScpA e il Milan Internet Exchange (MIX), il principale Internet Exchange Point italiano, dal 2000 attivo nella fornitura di servizi di interconnessione per lo scambio di traffico tra operatori di telecomunicazione.

Con il termine Internet exchange point si fa riferimento a un punto di interscambio neutrale, al quale i vari operatori possono fare riferimento per collegarsi direttamente tra loro, evitando salti multipli, ritardo e saturazione delle linee. D questo punto di vista, il MIX fornisce accesso a oltre 300 reti differenti.

Nel dettaglio, l’accordo formalizzato dalla Regione  prevede l’installazione di apparati informatici del MIX negli spazi individuati dall’ente nella propria sede bolognese in viale Aldo Moro.

“L’Agenda Digitale dell'Emilia-Romagna - ha dichiarato l’Assessore all’Agenda Digitale Paola Salomoni - ha l’obiettivo di favorire le azioni che consentano a imprese e cittadini di accedere a Internet con servizi a banda ultra-larga, anche mediante la collaborazione tra pubblico e privato. L’accordo con MIX va proprio in questa direzione: mettiamo a disposizione, tramite Lepida, i luoghi idonei e le infrastrutture necessarie a realizzare data center neutrali ai quali potranno connettersi operatori di telecomunicazioni diversi, a vantaggio di imprese e cittadini.

Migliorando, infatti, le prestazioni della rete e del traffico dati, si favorisce la crescita del mercato, e al tempo stesso il superamento del divario digitale negli insediamenti produttivi: più offerte da parte degli operatori di telecomunicazioni vuol dire maggiore possibilità di accesso a Internet per aziende e i cittadini”.

Grazie al nuovo accordo, si estendono le iniziative di collaborazione tra Lepida e diversi punti di interscambio o Internet Exchange Point italiani, che avevano già portato alla formalizzazione di intese simili con TOP-IX (Piemonte), VSIX (Padova) e NAMEX (Roma).

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina