Parte Citizer Science per avvicinare scienza e cittadini

Il progetto Citizer Science, nasce con l’idea di promuovere lo scambio tra cittadini e settore scientifico per migliorare aspetti della società, del sapere e di scambio tra le istituzioni.

Cos’è la Citizen Science

La Citizens Science (Scienza dei cittadini) è una metodologia che definisce il coinvolgimento e la partecipazione attiva e consapevole in attività di analisi scientifica di persone di età, formazione ed estrazione sociale diverse unite in reti o gruppi organizzati.
È una forma di collaborazione volontaria fra scienziati e cittadini, disponibili ad avere una parte attiva nella ricerca, e a raccogliere e rendicontare dati e informazioni che vengono resi pubblici.

È un concetto che inizia a diffondersi a metà degli anni Novanta analizzando, secondo diversi punti di vista, il rapporto tra cittadini e scienza e di come potessero interagire per aiutare la divulgazione, l’analisi scientifica e la società.
Negli ultimi anni, grazie alla versatilità e ai costi sempre più accessibili delle tecnologie informatiche di raccolta dati impiegabili in questi progetti, c’è stato un costante aumento di esperienze di Citizen Science anche in Italia, la maggior parte dedicate alla biodiversità.

L’utilizzo della Citizen Science

Gli ambiti di lavoro della scienza dei cittadini sono molteplici, e coprono tra gli altri l’ecologia, la medicina, l’informatica, la statistica e la genetica. L’ampia portata di questa tipologia di collaborazioni permette la realizzazione di indagini e scoperte che un singolo scienziato non potrebbe mai realizzare da solo.
La Citizen Science inoltre ha stimolato un cambiamento di paradigma, per cui la ricerca scientifica diventa un fattore di inclusione, partecipazione e “democratizzazione” delle conoscenze, a vantaggio della popolazione, ma anche una maniera di avvicinare cittadini e istituzioni, al fine di prospettare e sviluppare soluzioni condivise in merito alle problematiche trattate nelle diverse esperienze.

 Mappatura dei progetti di Citizen Science in Emilia-Romagna


Il progetto Citizer Science nasce con l’idea di promuovere l’utilizzo della scienza a favore del cittadino, attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva e consapevole in attività di analisi scientifica di persone di età, formazione ed estrazione sociale diverse unite in reti o gruppi organizzati.
Primo passo di questo progetto è proprio la mappatura di best practice sul territorio per creare un modello a cui fare riferimento per sviluppare e stimolare la diffusione di questi progetti anche nel territorio regionale
Il resoconto della mappatura verrà presentato nel corso di un seminario informativo che si terrà il 21 luglio, dalle 14:00 alle 15:30.
Le iniziative mappate verranno infine inserite in una relazione che definirà, sulla base anche di altre esperienze nazionali e internazionali, un modello di Citizen Science da applicare in Emilia-Romagna.

Come partecipare


Ai fini della mappatura a livello regionale si chiede ai soggetti che hanno promosso o preso parte a iniziative di Citizen Science in Emilia Romagna di compilare il form a quest link ​ con le informazioni relative sia a iniziative in corso che già concluse. Le schede vanno compilate entro le 12:00 di lunedì 18 luglio, e inviate all’indirizzo agendadigitale@regione.emilia-romagna.it

 Citizer Science e la sfida Data Valley sui dati per il territorio


L’interesse e l’impegno dell’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna sul tema della Citizen Science rientrano all’interno della sfida 1 “Dati per un’intelligenza diffusa a disposizione del territorio”, della programmazione 2020-2025 della strategia Data Valley Bene Comune.
In questa sfida i dati sono considerati come la base fondamentale da cui partire per poter offrire non solo migliori servizi, ma anche per poter costruire dei sistemi di supporto decisionale in grado di rendere più “smart” il territorio regionale.

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina