300 software developer internazionali si candidano per lavorare in Emilia-Romagna

Grande successo per la prima call promossa nell’ambito del progetto it-ER Careers, col quale la Regione punta ad attrarre profili altamente qualificati dall’estero

Si è concluso con successo il “primo round” del progetto sperimentale  it-ER Careers, con il quale la Regione Emilia-Romagna mira ad attrarre talenti stranieri, ma anche italiani attualmente impiegati all’estero, in possesso di competenze altamente qualificate necessarie alle imprese emiliano-romagnole e di non facile reperibilità nel territorio regionale. In risposta a una prima call lanciata nello scorso aprile e finalizzata alla ricerca di giovani programmatori di software e piattaforme informatiche, sono circa 300 le candidature pervenute, la maggior parte delle quali da Serbia, Portogallo, Polonia, Romania, Albania, Bulgaria, Brasile e Croazia. 

Delle 300 candidature, 263 sono rientrate in una lista di soggetti selezionati e 30 programmatori sono stati presentati ad 11 imprese, per 16 offerte di lavoro già definite. Le imprese sono state supportate nel lavoro di incrocio tra domanda e offerta da 3 soggetti accreditati ai servizi per il lavoro

In considerazione dell’alto numero di candidature pervenute, la Regione è già all’opera per estendere la possibilità di accedere al “talent pool” che raccoglie più di 200 profili qualificati ad altre 15 imprese dell’Emilia-Romagna.

Il progetto it-ER Careers rientra nel programma it-ER International talents Emilia-Romagna, gestito da ART-ER, e ha l’ambizione di individuare modalità innovative e virtuose per attrarre i talenti internazionali, così come i nostri “cervelli in fuga”. Tra queste, l’utilizzo di strumenti digitali evoluti per sperimentare modalità collaborative che facilitino la ricerca e la pre-selezione di profili professionali in possesso di competenze specializzate, e permettano successivamente ai soggetti accreditati ai servizi per il lavoro e alle imprese di riuscire a individuare con maggiore efficienza i match più adeguati alle proprie esigenze.

Nell’ambito del progetto, è stato avviato un nuovo percorso di comunicazione e promozione per descrivere e rendere maggiormente attraente l’Emilia-Romagna come destinazione professionale e di vita. Tutto ciò, anche grazie alla rete degli it-ER Ambassador, alla quale aderiscono al momento circa 30 tra studenti, ricercatori e lavoratori stranieri, o italiani rientrati dopo esperienze professionali all'estero, che offrono il proprio contributo per promuovere l'Emilia-Romagna attraverso la propria rete di contatti professionali e relazionali all’estero. La rete resta tuttora aperta e chiunque interessato può manifestare la propria volontà di adesione rispondendo a un’apposita call.

Il principale punto di riferimento del programma di attrazione dei talenti internazionali è il sito  it-ER, International Talents Emilia-Romagna, creato e gestito per facilitare l’individuazione dei servizi e delle opportunità per studenti, ricercatori o lavoratori internazionali con alte competenze interessati a trasferirsi o a tornare in Emilia-Romagna. Tra questi, anche una Guida ai servizi, realizzata grazie a un lavoro di squadra tra le principali organizzazioni pubbliche e private che offrono servizi specifici in questi ambiti.

Per maggiori dettagli leggi la news sul portale della Regione Emilia-Romagna.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/08/04 15:01:51 GMT+1 ultima modifica 2021-08-04T15:01:51+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina