Seminario COMTem: il piano triennale per la transizione digitale nelle PA

Il 24 marzo 2022 nella cornice del Complesso Monumentale del Monastero di San Paolo, sede del Laboratorio Aperto di Parma, si è tenuto il secondo appuntamento del ciclo di seminari di approfondimento delle Comunità Tematiche, dedicato al piano triennale per l’Informatica nelle PA.

Il piano triennale per la transizione digitale nella pubblica amministrazione

La transizione digitale delle Pubbliche Amministrazioni è uno dei temi principali degli ultimi anni: il Piano Triennale per l’informatica indica le linee di sviluppo a livello nazionale per una maggiore spinta verso la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, uno degli assi principali di investimento indicati dal PNRR (Piano Nazionale di ripresa e resilienza).

In quest’ambito si è svolto il secondo appuntamento del ciclo di seminari dal titolo: “Il Piano triennale dell’informatica nella PA e il ruolo del RTD”.

L’incontro era rivolto prevalentemente ai Responsabili per la Trasformazione Digitale (RTD), figure istituzionali che, negli Enti, sono chiamate ad attuare e coordinare gli interventi per la digitalizzazione, e a tutti coloro che operano in stretta collaborazione con questa figura professionale.

Durante il seminario sono stati presentati i  principali strumenti a disposizione (tra cui il nuovo format proposto da AGID per la redazione del Piano ICT), ed è stato delineato un quadro complessivo degli adempimenti e delle scadenze previste per l’anno in corso.  Questo appuntamento è stato anche un’occasione di confronto tra alcune esperienze del territorio in merito alle possibili azioni che gli Enti possono sviluppare e adottare nelle diverse realtà, in base alle loro specificità.

La figura del Responsabile della transizione digitale:Ruolo e competenze

Il Responsabile della transizione digitale (RTD) è la figura dirigenziale chiamata a favorire la trasformazione digitale dell’Ente, coordinando lo sviluppo dei servizi pubblici digitali e l’adozione di nuovi modelli di relazione trasparenti e aperti con i cittadini. 

Svolge i seguenti compiti (Fonte Dlgs. 82/2005 - CAD - art. 17):

  • coordinamento strategico dello sviluppo dei sistemi ICT (tecnologie dell’informazione e della comunicazione)
  • indirizzo e coordinamento dello sviluppo dei servizi digitali
  • indirizzo, pianificazione, coordinamento e monitoraggio della sicurezza informatica;
  • promozione dell'accessibilità
  • analisi di coerenza tra organizzazione e utilizzo dell’ICT per migliorare la soddisfazione dell'utenza e la qualità dei servizi e per ridurre tempi e costi dell'azione amministrativa
  • cooperazione alla revisione della riorganizzazione dell'amministrazione
  • indirizzo, coordinamento e monitoraggio della pianificazione
  • progettazione e coordinamento delle iniziative per una più efficace erogazione di servizi in rete a cittadini e imprese mediante gli strumenti della cooperazione applicativa
  • attuazione delle direttive del Ministro delegato per l'innovazione e le tecnologie
  • pianificazione e coordinamento del processo di diffusione degli strumenti digitali all'interno dell'amministrazione
  • pianificazione e coordinamento degli acquisti di soluzioni e sistemi informatici

Il RTD rappresenta il punto di contatto con l’Agenzia per l’Italia Digitale e la Presidenza del Consiglio dei Ministri per le questioni connesse alla trasformazione digitale delle pubbliche amministrazioni, nonché per la partecipazione a consultazioni e censimenti previsti dal Piano triennale per l’informatica della pubblica amministrazione.

I numeri del seminario

Il focus dedicato alla  figura del RTD e più in generale alla digitalizzazione della PA ha riscontrato notevole interesse. Sono stati infatti più di novanta i partecipanti alle Comunità Tematiche presenti in sala e/o collegati da remoto, tra cui numerosi Responsabili per la Transizione al Digitale, oltre che molti di coloro che operano di fatto in stretta relazione e collaborazione con queste figure nell’ambito delle azioni connesse alla trasformazione digitale (responsabili SI e SIA, responsabili di dominio e servizi verticali, comunicazione compresa, che spesso costituiscono di fatto "lo staff del RTD), infine vertici politici e organizzativi degli Enti per i quali ora più che mai la trasformazione digitale rappresenta opportunità e volano di crescita le amministrazioni e i territori.

Gli interventi della prima sessione hanno delineato una visione d’insieme sul ruolo e l’importanza strategica del RTD nel promuovere i processi di innovazione della PA, contestualizzando tale figura nello scenario regionale, alla luce dell’Agenda Digitale Data Valley Bene Comune.

La seconda sessione è stata dedicata ad una tavola rotonda, animata e condotta da Alessandro Cantelli (Dirigente Settore Transizione Digitale, Comune di Parma), che ha permesso il confronto tra le esperienze quotidiane degli RTD che gestiscono differenti tipologie di Enti territoriali,  e che condividono sfide, difficoltà e opportunità in termini di competenze, risorse economiche e organizzative. La discussione ha affrontato aspetti di gestione e programmazione, monitoraggio dei risultati e ha approfondito i principali strumenti a disposizione.

Per ulteriori informazioni: 

pagina dedicata al seminario RTD (accesso a materiali, kit, video): https://digitale.regione.emilia-romagna.it/comtem/seminari2022/rtd

--

pagina dedicata al ciclo di seminari: https://digitale.regione.emilia-romagna.it/comtem/seminari2022/presentazione

Cosa sono le COMTem? https://digitale.regione.emilia-romagna.it/comtem

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina