Internet veloce nelle scuole e nelle strutture sanitarie: pubblicati due bandi

Con le iniziative “Scuole connesse” e "Sanità connessa” si punta a cablare ad alta velocità circa 10 mila istituti scolastici e più di 12 mila tra ambulatori e ospedali

Nell’ambito delle attività previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), il Ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale ha pubblicato i bandi “Scuole connesse” e “Sanità connessa”, con i quali si punta a connettere ad alta velocità circa 10 mila sedi scolastiche e più di 12 mila strutture sanitarie

La pubblicazione dei due avvisi fa seguito a quella recente del bando Italia a 1 Giga, con il quale si punta a portare Internet ad alta velocità in 7 milioni di numeri civici al momento non ancora raggiunti dal servizio, e rientra nella Strategia nazionale per la Banda Ultra Larga, in via di completamento nei prossimi mesi con la definizione di ulteriori misure per incentivare lo sviluppo delle reti 5G.

Il bando "Scuole connesse"

Con il bando “Scuole connesse” si prevedono interventi per connettere, con velocità simmetriche di almeno 1 Gbps, quasi 10 mila sedi scolastiche di tutto il territorio italiano, suddiviso in otto aree geografiche, in gergo tecnico lotti. 

L’Emilia-Romagna rientra nel lotto che contempla anche le Marche e l’Umbria, per il quale saranno messi a gara poco meno di 12 milioni 700 mila euro, con l’obiettivo di cablare ad alta velocità 656 istituti scolastici.

Gli operatori in gara potranno aggiudicarsi fino a un massimo di quattro lotti, per i quali sono previsti lavori di fornitura e posa in opera della rete di accesso, i servizi di gestione, l’assistenza tecnica e la manutenzione. Le attività di infrastrutturazione dovranno concludersi entro il 30 giugno 2026, e i servizi di connettività dovranno essere garantiti per un minimo di sei anni a partire dall’ultimazione dei lavori. 

Il bando “Sanità connessa”

Obiettivo del bando “Sanità connessa” è creare le condizioni per fare in modo che 12 mila strutture sanitarie del servizio sanitario pubblico, dagli ambulatori agli ospedali, siano connesse con velocità simmetriche di almeno 1 Gbps e fino a 10 Gbps. 

Anche in questo caso il territorio nazionale è stato suddiviso in otto lotti, tra cui quello che contempla l’Emilia-Romagna, le Marche e l’Umbria, per il quale è prevista la messa a gara di 45 milioni 811 mila euro da destinare alla cablatura veloce di 1.760 strutture sanitarie.

Come disposto per il bando “Scuole connesse”, nei lavori da eseguire sono compresi la fornitura e la posa in opera della rete di accesso, i servizi di gestione, l’assistenza tecnica e la manutenzione. Le attività di infrastrutturazione dovranno concludersi entro il 30 giugno 2026, garantendo i servizi di connettività per almeno i cinque anni successivi.

Deadline e Info

Per entrambi i bandi, è possibile presentare le offerte, per uno o più lotti, entro le ore 13.00 del 15 marzo 2022.

Tutte le informazioni di dettaglio sono disponibili sul sito innovazione.gov.it.

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina