A che punto siamo con la connettività in Emilia-Romagna? La mappa dell'Osservatorio

“A che punto siamo con la connettività in Emilia-Romagna?” Ora lo puoi sapere guardando la mappa dell’Osservatorio realizzato da Regione Emilia-Romagna: informazioni puntuali a livello di civico stradale con dettagli sul livello di banda disponibile.



L’Osservatorio della connettività nasce come strumento per rappresentare in modo semplice, attraverso una mappa, le informazioni sullo stato corrente di connettività a banda larga e ultralarga, a livello di singolo civico, su tutto il territorio regionale.

La necessità di una connettività veloce


Nell’ultimo decennio sono stati molteplici gli interventi nazionali e regionali finalizzati a rendere accessibile a tutti l’offerta di connettività veloce.
Tali azioni si sono concretizzate grazie ad importanti investimenti pubblici e privati ma, nonostante ciò, il divario digitale nel nostro territorio resta da colmare, soprattutto in relazione alla disponibilità di Banda Ultra Larga (BUL), che di fatto accentua problematiche territoriali sociali, di investimento e di mercato, specie nelle zone remote denominate “aree bianche” (aree dove ufficialmente gli operatori di mercato hanno dichiarato di non voler intervenire). Su queste aree gli interventi finanziati dal Governo hanno accumulato ritardi e, conseguentemente, è alto l’interesse e la necessità di aggiornamento sulla disponibilità di nuovi e migliori servizi di connettività.
Per rendere semplice e agevole la ricerca di informazioni, la Regione ha realizzato una mappatura del territorio che integra fonti dati di varia natura e che rappresenta il grado di connettività disponibile.

Come nasce l’Osservatorio della Connettività dell’Emilia-Romagna?


Nel confronto con Sindaci e Assessori degli EELL, nell’ambito della Comunità Tematica Amministratori Digitali, è emersa l’esigenza, da parte degli Amministratori locali, di conoscere il grado di connettività veloce nel proprio territorio.
Al fine di soddisfare questa richiesta la Regione Emilia-Romagna si è attivata per la predisposizione di una piattaforma ad hoc, assicurandosi che quest’ultima rispetti i requisiti di semplicità, accessibilità e affidabilità.

Tra le motivazioni principali per la creazione di questo progetto e le necessità a cui cerca di rispondere, troviamo:

  • CONCRETEZZA NELLE RISPOSTE. Il progetto nasce dalla necessità di offrire risposte concrete alle segnalazioni che Regione e Amministratori locali ricevono dai cittadini circa lo stato o il disservizio di connettività, grazie ad uno strumento semplice da interrogare e capace di integrare diverse tipologie di dati
  • CENTRALITÀ DEI CITTADINI. Il progetto mostra in maniera trasparente ai cittadini il grado di connettività presente nelle loro abitazioni o in altri civici di loro interesse
  • MONITORAGGIO COSTANTE DEGLI INTERVENTI. L’Osservatorio della Connettività permette di conoscere e verificare lo stato di avanzamento degli interventi in corso d’opera, il Piano BUL Nazionale per le aree bianche e successivamente sarà reso disponibile anche il Piano Italia 1 Giga per le aree grigie.
  • SUPPORTO AGLI AMMINISTRATORI. L’Osservatorio della Connettività vuole contribuire all’attuazione dei Programmi di mandato degli Amministratori locali offrendo la possibilità di valutare l’impatto delle politiche, come ad esempio registrare la situazione di connettività a inizio mandato e confrontarla a fine mandato.

Come valore aggiunto va sottolineato come nell’Osservatorio della Connettività siano integrate tutte le fonti a disposizione di Regione, dal momento che le fonti devono essere
diversificate per poter ottenere una visione di insieme completa.

Gli obiettivi del progetto

L’obiettivo generale del progetto è quello di conoscere il reale stato di disponibilità dei servizi di connettività a Banda Larga e Banda Ultra Larga sul territorio regionale.

Questo obiettivo si concretizza attraverso 3 punti:

  • Creare uno strumento in grado di fornire quante più informazioni possibili sullo stato corrente dell’offerta di connettività a livello di civico
  • Individuare le aree scoperte rispetto all’offerta di servizio da parte degli operatori privati nelle aree nere, grigie e bianche
  • Offrire la possibilità di interagire con la piattaforma ed inviare segnalazioni.

L’Osservatorio della Connettività: la mappa coropletica dell’Emilia-Romagna


L’Osservatorio della Connettività è disponibile sul portale dell'Agenda Digitale e presenta la mappa dell’Emilia-Romagna con le informazioni territoriali sulla connessione.

In particolare:

  • L’Osservatorio della Connettività integra e rappresenta, con una mappa coropletica, ovvero un tipo di mappa che utilizza colori o motivi in aree determinate che corrispondono ai dati di una statistica specifica, le informazioni dello stato corrente dell’offerta di connettività a banda larga e ultralarga, a livello di civico, su tutto il territorio regionale
  • I dati rappresentati sono ricavati da fonti esterne, non direttamente gestite e modificabili da Regione Emilia-Romagna
  • Raccoglie e rappresenta le informazioni circa le differenti tecnologie di connettività e i principali piani di sviluppo nazionali in corso, sempre, per quanto possibile, al dettaglio del singolo civico.

L’Osservatorio della Connettività si configura pertanto come uno strumento utile non solo alle Pubbliche amministrazioni, ma anche a tutti coloro che vogliono conoscere il grado di connettività di un luogo o di un numero civico in particolare come per esempio, cittadini, imprese, operatori.

 Le fonti dei dati dell’Osservatorio


Come già accennato nei paragrafi precedenti, le fonti dell’Osservatorio sono diversificate, proprio per poter accedere all’informazione aggiornata e completa su tutto il territorio.

Le fonti dell’Osservatorio della Connettività sono in particolare:

  • Codice EGON per la georeferenziazione di ogni civico sul territorio regionale
  • Dati AGCOM cablato per la velocità di download massima e attesa
  • Dati AGCOM wireless per la velocità di download massima e attesa
  • Dati Infratel per la classificazione delle Aree e dati di avanzamento degli interventi
  • Piano Nazionale BUL aree bianche (collegamento diretto al portale Infratel)
  • Dati Concessionario del Piano BUL Open Fiber aree C e D
  • Dati Open Fiber per aree in cui l’operatore è presente senza finanziamenti pubblici
  • Altri dati di operatori privati.

Fase test e di co-design


Per quanto riguarda la fase di test e sperimentazione, nel mese di maggio 2022 è stata portata a termine la fase di co-design dell’Osservatorio, intesa come processo partecipativo atto a testare la piattaforma e il grado di usabilità della stessa, che ha registrato il coinvolgimento e la partecipazione dei principali portatori di interesse (stakeholder) quali Sindaci, Assessori e Consiglieri degli enti del territorio.

L’Osservatorio della Connettività nell’ambito del progetto Data Valley Bene Comune


L’Osservatorio della Connettività rientra nella Strategia Data Valley Bene Comune (DVBC), nell’ambito della Sfida 6 “Più reti e più rete per una Emilia-Romagna iper-connessa”, con l’obiettivo di realizzare un osservatorio per la connettività che renda disponibili a istituzioni, cittadini e imprese, anche tramite mappe dettagliate, informazioni sulla reale disponibilità di connettività sul territorio regionale.

I partner coinvolti


Al fine di realizzare l’Osservatorio, nel gennaio 2021 il Coordinamento dell’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna, con il supporto attuativo di Lepida, ha realizzato uno studio di fattibilità volto alla creazione di un osservatorio sulla connettività della Regione Emilia-Romagna.

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina